Terra Arte 2006 - Angelo Branduardi e Luca Pugliese
InstantMuseum Mefite - Foto 08
Terra Arte 2002 - Luca Pugliese - L'arcangelo Michele
Terra Arte 2001 - Luca Pugliese ed Eugenio Bennato a Sant'Angelo al Pesco, Frigento (Av)
InstantMuseum Mefite - Foto 21
Terra Arte 2011 - Stefano Marangon, Maestro a San Marco
InstantMuseum Mefite - Foto 10
Terra Arte 2010 - Petra Magoni
InstantMuseum Mefite - Foto 23
Terra Arte 2008 - Loggiato blu a Guardia Lombardi
InstantMuseum Mefite - Foto 18
Terra Arte 2009 - Luca Pugliese - Armonia tangibile


Eventi / Terra Arte Festival / Terra Arte 2011



XI edizione (6 e 7 Agosto 2011) - Tutte le terre portano arte

Musica, pittura, scultura, installazioni, video arte, cinema d’autore. L’undicesima edizione, tenutasi nelle serate del 6 e del 7 agosto 2011 a Paternopoli (Av), riconferma il ruolo di Terra Arte come evento d’eccezione, per la Campania e non solo, con il suo raffinato palinsesto di 7 concerti e un denso e prestigioso cast di artisti visivi contemporanei di varia provenienza, coinvolti in una mega mostra-installazione a cielo aperto per le vie del centro storico.


Forte di un successo decretato dalle oltre 50.000 presenze finora registrate, Terra Arte rafforza dunque la sua fama di grande evento dedicato alla musica e alle arti visive; una rassegna in cui la multidisciplinarietà e la contaminazione dei linguaggi, come ormai di consueto, sono tutt’altro che mero attributo scenografico, ma piuttosto l’espressione di una cultura che vuole qualificarsi come popolare, superando la frammentarietà delle discipline e puntando su una fruibilità diretta, priva dei filtri e dei luoghi convenzionali. Nodo dell'evento il tema della territorialità e della sua necessaria integrazione in una dimensione più ampia, come appunto suggerisce il sottotitolo-slogan della rassegna, “Tutte le terre portano arte”, intorno al quale si confrontano, nel convegno d’apertura del 6 agosto, Felice De Rienzo (sindaco di Partenopoli), Luca Pugliese (direttore artistico di Terra Arte), Fortunato D’Amico (esperto di arte contemporanea, curatore di cataloghi e mostre di architettura, arte e design, docente di Disegno industriale al Politecnico di Torino), Mariangela Maritato (giornalista, critica d’arte e curatrice di mostre), Leopoldo Lombardi (esperto del diritto d’autore) e gli artisti presenti. Moderatore del convegno, Peppe Iannicelli (giornalista, conduttore televisivo, esperto di comunicazione).

La prima serata scendono in campo, sul fronte musicale, Alfio Antico (percussionista e cantante; tra i maggiori e più rivoluzionari interpreti europei della tammorra e vero e proprio “mito” nel settore della musica popolare); la Piccola Orchestra La Viola (gruppo di musicisti formatosi nel 1994 intorno al progetto di recuperare le memorie e le radici della cultura popolare, vantano moltissime collaborazioni, tra cui quella con Angelo Branduardi nell’album L’infinitamente piccolo); i catalani Giulia y Los Tellarini (due dei loro pezzi, La ley del retiro e Barcelona, sono stati inseriti da Woody Allen tra i brani musicali di Vicky Cristina Barcelona e il secondo è stato giudicato dal regista newyorkese una delle cose migliori del suo film). Il 7 agosto  sono di scena i Batacoto (gruppo formato da oltre 20 percussionisti di samba batucada; nel 2007 hanno partecipato a una scena del film di Paolo Sorrentino Il Divo); Max Forleo (in arte The Traveller, cantautore e musicista; ha tenuto nell’ultimo ultimo anno più di 140 date fra Italia e Europa con la sua band The Lorean, di cui è fondatore); The Niro (cantautore italiano in lingua inglese, il suo singolo Liar, pubblicato nel 2008 nell’album The Niro, è ancora un pezzo ascoltatissimo in radio); infine, i Fluido Ligneo (progetto musicale fondato dallo stesso direttore artistico di Terra Arte; nuovo fenomeno della musica world made in Italy), affiancati per l’occasione dagli special guests Tony Bowers (bassista dei Simply Red, con il quale Luca Pugliese sta lavorando all’arrangiamento e alla produzione del suo prossimo lavoro discografico) e Giancarlo Parisi (noto flautista e polistrumentista; ha lavorato, tra gli altri, con la PFM, con Eugenio Finardi e Fabrizio De André), e dalla ballerina di taranta Lucia Scarabino.

Per le arti visive, la mostra di arte contemporanea, grazie alla feconda sinergia tra Luca Pugliese e il critico-curatore Fortunato D’Amico, tocca il suo apice storico, fregiandosi delle opere di ben 16 artisti: Riccardo Dalisi (designer, scultore e pittore, ex docente di Progettazione architettonica presso la facoltà di Architettura di Napoli e vincitore del premio Compasso d’Oro nel 1981); Luigi De Blasio (pittore di origine lucana, ha esposto in numerose gallerie della Capitale e collabora con ArtePollino), Ettore de Conciliis (pittore nativo di Avellino, già nella metà degli anni Sessanta si è imposto sulla scena internazionale con la realizzazione di imponenti opere murali di contenuto sociale o religioso); Ciro de Falco (pittore e scultore partenopeo di recente scomparso, pietra miliare, assieme a Riccardo Dalisi, di Terra Arte; a partire dagli anni Sessanta è stato tra i protagonisti di importanti iniziative di arte nel sociale); Gianni Depaoli (artista del Canavese che lavora sui temi dell’ecologia, con materiali organici, per lo più pesci, inglobati in resine trasparenti; ha tenuto mostre personali in tutta Italia); Alessandro Girami (pittore, scultore, attore teatrale e scenografo; di recente ha collaborato ai disegni e ai dipinti del libro Il Boccaccio riveduto e scorretto di Dario Fo); Egidio Iovanna (scultore di opere monumentali in pietra, si è formato a Carrara e vive e lavora a Fontanarosa, centro irpino che vanta un lunghissima tradizione nella lavorazione della pietra; ha tenuto e diretto simposi di scultura in numerose città d’Italia); Mino Longo (artista e scenografo; ha lavorato per trasmissioni televisive, spot pubblicitari, video musicali e cortometraggi); Stefano Marangon (“Il pittore del Sole”, inventore di una rivoluzionaria tecnica di scrittura ecologica – l’ecliografia – che sfrutta direttamente la potenza dei raggi solari); Dario Migliardi (regista, collabora dal 2007 come videogiornalista con lastampa.it, realizzando reportage e interviste a numerose personalità del mondo della cultura; con il cortometraggio La lettera, realizzato nel 1997, ha vinto numerosi premi fra cui il Nastro d’Argento, Spazio Italia al Torino Film Festival); Nino Mustica (pittore e scultore; ha insegnato all’Accademia di Brera, all’Università di Belle Arti di Budapest e al Politecnico di Milano; a partire dagli anni Ottanta le sue opere sono esposte in tutto il mondo); Daniele Pignatelli (filmaker, autore di videoclip e di installazioni sia a New York sia in Italia; alcuni dei suoi cortometraggi sono stati premiati ai Festival del Cinema di Cannes e di Venezia); Luca Pugliese (direttore artistico di Terra Arte, musicista, pittore e cantautore; ha tenuto mostre in tutta Italia; nel 2010 il suo progetto pittorico-musicale Cosmo sonoro è stato esposto in personale alla Triennale di Milano e al Museo internazionale e Biblioteca della Musica di Bologna); Sonja Quarone (ha esposto in musei e gallerie in tutta Italia; dal 2008 è tra gli artisti soci del Museo della Permanente di Milano); Ludmilla Radchenko (già protagonista di spettacoli televisivi, ha esordito nel 2008 nel mondo dell’arte riscuotendo un immediato successo che l’ha proiettata sulla scena internazionale con mostre presso il Teatro alla Scala di Milano, a Monaco e a New York); Massimiliano Robino (ha esposto in musei e gallerie in tutta Italia; di recente, con uno dei suoi lavori del ciclo Concetti cosmici, ha vinto il premio MArteLive 2011 della regione Lombardia per la sezione pittura).




Tags : Alessandro Girami, Alfio Antico, Batacoto, Ciro de Falco, Daniele Pignatelli, Dario Migliardi, Egidio Iovanna, Ettore de Conciliis, Fluido Ligneo, Gianni De Paoli, Giulia Y Los Tellarini, Luca Pugliese, Ludmilla Radchenko, Luigi De Blasio, Massimiliano Robino, Max Forleo, Mino Longo, Nino Mustica, Piccola Orchestra Viola, Riccardo Dalisi, Sonia Quarone, Stefano Marangon, The Niro, Paternopoli