Terra Arte 2012 - Fluido Ligneo Ethnic Orchestra
Terra Arte 2008 - Scultura di Riccardo Dalisi
Terra Arte 2011 - Riccardo Dalisi, Pifferando (particolare)
InstantMuseum Mefite - Foto 13
InstantMuseum Mefite - Foto 34
Terra Arte 2009 - Riccardo Dalisi, Bambini
Terra Arte 2002 - Virata su Terra Arte 2002
Terra Arte 2012 - Fluido Ligneo Ethnic Orchestra
InstantMuseum Mefite - Foto 06
Terra Arte 2010 - Luca Pugliese, Cosmo Sonoro
Terra Arte 2002 - Eugenio Bennato a Sant'Angelo al pesco, Frigento(Av)
InstantMuseum Mefite - Foto 09


Arti Visive / Dario Migliardi



Radio City Special – video

È un regista con la telecamera sempre a portata di mano, Dario Migliardi, che da qualche anno nelle pagine multimediali de’ lastampa.it documenta con creatività e dovizia gli avvenimenti più interessanti della cultura e dello spettacolo. Un occhio attento ai particolari, e a volte se ne scoprono di curiosi, soprattutto quando il soggetto delle riprese è Torino. Indagando tra le forme degli edifici più rappresentativi, la stretta relazione che lega il cielo alla terra è segnalata un po’ ovunque negli elementi dell’architettura torinese. Molti simboli, presenti nelle costruzioni storiche del capoluogo piemontese, fanno riferimento all’astronomia e alla cosmologia. La notte ha un sapore speciale a Torino, attrezzata di grandi piazze e punti panoramici per osservare il cielo stellato, con la luna che passa sfiorando i tetti delle soffitte, adagiandosi per dormire un solo istante, sulla cupola della Chiesa della Gran Madre. La gente di Torino ama vivere le ore notturne e godersi con lo sguardo l’incredibile matrimonio della città con il firmamento, magari sorseggiando un caffè nero o un’altra bevanda, seduta al tavolino esterno di uno dei tanti bar che fanno servizio sino all’alba. La cultura virtuosa ispirata dalle antiche filosofie tiene saldo il legame tra paesaggio terrestre e ultraterreno, anche quando si tratta di costruire una città ospitale per i suoi cittadini e i turisti. Si dice di Torino come  un’ottima stazione  di ascolto delle onde radio provenienti dallo spazio. Ne sanno qualcosa i fratelli Judica Cordiglia, che in questa città, alla fine degli anni Cinquanta, captarono e decodificarono le “voci” artificiali di tutti i principali satelliti messi in orbita da USA e URSS.

(Fortunato D'Amico)

 

La sua formazione è avvenuta a Torino, dove ha svolto gli studi presso la Facoltà di Lettere Moderne ed ha coltivato la sua passione per il cinema, fino a divenire regista. La sua produzione si è orientata in diverse direzioni: documentari, pubblicità, e cinema.

L’utilizzo del mezzo cinematografico in contesti e per obiettivi diversi gli ha consentito di sviluppare una grande conoscenza tecnica, una speciale abilità nella guida degli attori, nella costruzione di storie avvincenti. Dal 1987 inizia a realizzare dei documentari per le Produzioni ENI, AGI, Istituto Luce ed ENI, Regione Piemonte, Museo di Scienze Naturali di Torino.

Ha realizzato il film Un Aldo qualunque e il suo cortometraggio La lettera è stato acquistato dalle principali televisioni del mondo tra le quali: Rai, Canale 5, La7, Stream Telepiù, Sky, Channel Four, Arte, ZDF, ed è tutt’ora in programmazione su televisioni on demand.

Dall’ottobre 2007 è stato l’inviato speciale per lastampa.it alla Festa del Cinema di Roma, del Torino film Festival e del Noir di Courmayer e ha intervistato numerosi registi, scrittori e attori. Dal 2009 è giornalista pubblicista e collabora con lastampa.it alla realizzazione di videoreportage e videointerviste.

Ha partecipato con l’installazione Il Kilometro quadrato di San Salvario a Culture_Nature, evento collaterale della XII Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia, a cura di Fortunato D’Amico e Alessandra Coppa presso lo Spazio Thetis Arsenale Novissimo di Venezia, al Made Expo 2010, a Terra Arte 2011 con La biodiversità.

 


Tags : Terra Arte 2011 | Terra Arte 2012