Terra Arte 2011 - Gianni Depaoli, Louisiana 20042010
Terra Arte 2011 - Alfio Antico
Terra Arte 2012 - Videomostra
Terra Arte 2009 - Saluto di benvenuto
InstantMuseum Mefite - Foto 31
Terra Arte 2011 - Riccardo Dalisi, Monsterino (particolare)
InstantMuseum Mefite - Foto 41
InstantMuseum Mefite - Foto 53
InstantMuseum Mefite - Rocca San Felice 5
Terra Arte 2001 - Scultura di Riccardo Dalisi
Terra Arte 2001 - Sculture di Riccardo Dalisi a ridosso del rudere di Sant'Angelo a Pesco, Frigento(Av)
Terra Arte 2012 - Convegno, Renucio Boscolo e Filippo de Filippi


Arti Visive / Massimiliano Robino



Sembrano croci, e in effetti lo sono. È solo una questione di punti di vista. Ma è il senso stesso dell’arte e dell’essere artista che Massimiliano Robino interroga con le sue croci. Nei suoi lavori, la croce è una pura intersezione di assi dalla quale si sviluppano geometrie universali. Le creazioni artistiche di Massimilano Robino, siano esse quadri o sculture, partono proprio dallo studio dei simboli e dall’alchimia delle loro stratificazioni e rielaborazioni. Da icona di una spiritualità storicizzata, la croce diviene, nella sua reinvenzione, il simbolo astorico di una spiritualità universale. Una spiritualità che si riflette nell’idea, coniata dall’artista stesso, di “Concetto Cosmico” e nell’esplorazione e rielaborazione in chiave iniziatica di forme geometriche solo in apparenza ripetitive, nelle quali vecchio e nuovo, passato e presente si fanno stilisticamente e formalmente inscindibili, fondendosi in immagini in cui l’iconografia medievale, il neo-pop e l’optical art si compenetrano indissolubilmente.


«Percorrere con la vista la ricerca di Robino è come fare un viaggio. Un viaggio che si snoda tra forme molli e delicate in espansione secondo precisi equilibri geometrici. Tra quadrati di piccolo formato e telai a forma di croce, possiamo perderci nei movimenti di Pangea, il continente unico, la terra emersa che si muove e si espande sul globo. E su quei lembi di terra possiamo depositare e trovare riflessioni, sul mondo e sulla vita, e cercare di immaginare come si siano mossi e in quale direzioni si stiano dirigendo. I colori si mescolano armoniosi senza perdere la loro identità, stanno l’uno accanto all’altro, l’uno dentro l’altro cercandosi, inseguendosi, sfiorandosi. I colori sono come pensieri, come movimenti di un’anima multiculturale, come parti fluide di un dialogo che non vuole fissarsi su concetti incrostati e spenti di spunti … Le croci di Robino si presentano ornate di colori e forme inusuali restando simbolo di rinascita e speranza. Accolgono nelle loro geometrie esterne la vita che si espande, il mare che regala pesci, la luce che si irradia nell’eternità: è la ricerca di una nuova alleanza tra sacro e l’umano, tra l’alto e il basso, esaltando il registro verticale della figurazione» (Andrea Lombardo).

Massimiliano Robino è nato e vive a Vigevano. Ha esposto in musei e gallerie in tutta Italia.


Tags : Terra Arte 2011