Terra Arte 2011 - Convegno, Luca Pugliese
Terra Arte 2008 - Scorcio
Terra Arte 2004 - Concerto di Tony Esposito
Terra Arte 2001 - Scultura di Riccardo Dalisi, particolare
Terra Arte 2011 - Luca Pugliese, Fortunato D'Amico, Felice De Rienzo e gli artisti ospiti
Terra Arte 2002 - Ciro de Falco
Terra Arte 2007 - Ginevra di Marco
Terra Arte 2012 - Canti e incanti di Sicilia
Terra Arte 2012 - Mostra di Riccardo Dalisi. In primo piano Fortunato D'amico e Ettore de Conciliis
Terra Arte 2004 - Suoni dal mondo
Terra Arte 2009 - Scorcio
Terra Arte 2009 - Pietre sonore di Pinuccio Sciola. Performance


Musicisti / Angelo Branduardi



Angelo Branduardi nasce a Cuggiono (Mi). Consegue giovanissimo il diploma di violino presso il Conservatorio Niccolò Paganini di Genova, città dove la famiglia si era traferita quando Branduardi aveva soli pochi mesi. All'età di quindici anni il giovane musicista si ritrasferisce a Milano, dove frequenta l'Istituto Tecnico per il Turismo e ha come insegnante il grande poeta Franco Fortini. Iscrittosi alla facoltà Filosofia, comincia a comporre musicando i testi dei suoi autori preferiti: Confessioni di un malandrino, tratta dal poeta russo Esenin e ancora oggi una delle sue canzoni più famose, risale a quegli anni. Agli inizi dagli anni Settanta Angelo conosce Luisa Zappa, in seguito diventata sua coautrice oltre che sua moglie.

Dopo il debutto discrografico nel 1974 con l’album Angelo Branduardi, arrangiato da Paul Buckmaster, negli anni successivi escono La luna (1975), Alla Fiera dell'Est (1976), che gli vale il Premio della Critica Discografica Italiana, La Pulce d’acqua (1978), cui fa seguito un lunghissimo tour europeo, e Cogli la prima mela, premiato dalla critica tedesca ed europea. Nello stesso anno Branduardi si esibisce a Parigi alla Fète de l'Humanité, davanti a un eccezionale pubblico di duecentomila persone. Premiato nel 1981 in Germania come migliore artista dell’anno con l’album Branduardi, 1983 dà alle stampe Cercando l'oro.

Sempre nel 1983 compone la colonna sonora del film di Luigi Magni State buoni se potete, per la quale vince i due più prestigiosi premi italiani: il David di Donatello e il Nastro d'Argento. Subito dopo lavora con il regista tedesco J. Schaaf alla riduzione cinematografica di Momo, il famoso romanzo di Michael Ende.

Nel 1985 esce Branduardi canta Yeats: dieci liriche del grande poeta irlandese W.B. Yeats, tradotte e adattate da Luisa Zappa e musicate da Branduardi. Negli anni scuccessivi escono Pane e Rose (1988), Il ladro (1990), il primo Best of (1992), Si può fare (1993), seguito da una tournée europea di oltre sessanta concerti, Domenica e lunedì (1996), l’album dal vivo Camminando, camminando (1996) e Futuro Antico (1996): pagine sacre e profane del Medio Evo e del primo Rinascimento. Nel 1998 escono Branduardi Studio Collection e Il dito e la luna, con i testi di Giorgio Faletti. È del 2000 L'Infinitamente Piccolo: undici canzoni su testi tratti dalle Fonti Francescane, con la partecipazione di Madredeus, i Muvrini, Ennio Morricone, Franco Battiato e la Nuova Compagnia di Canto Popolare. All’album fa seguito una tournée di grande e inaspettato successo che prosegue per tutto il 2001 con oltre centoventi concerti in tutta Europa. Questo spettacolo e il suo backstage saranno poi immortalati nel 2007 nel DVD La Lauda di Francesco, contenente anche le riflessioni del cantautore sulla vita di San Francesco.

Nel 2003 è la volta di Altro ed Altrove: parole d'amore dei popoli lontani, tradotte e adattate da Luisa Zappa, musicate da Angelo Branduardi e illustrate da Silvio Monti. Il 2005 vede la pubblicazione di due album: Branduardi Platinum Collection e The Classic Collection

biografia aggiornata al 2006, 

tratta e adattata dal sito ufficiale di Angelo Branduardi




Tags : Terra Arte 2003 | Terra Arte 2006

Links : www.angelobranduardi.it